9 febbraio 2022

Scritto da

4 minuti di lettura

Stai per cambiare operatore telefonico del centralino? Occhio ai costi nascosti!

Se vuoi cambiare centralino e ti trovi a dover cambiare operatore telefonico o rescindere dal tuo vecchio contratto, devi saperti destreggiare tra una serie di fregature dietro l’angolo e clausole contrattuali incomprensibili.

 

Capire quale centralino può fare al caso tuo e quale operatore realmente ti farà pagare una tariffa che ti ha promesso, non è semplice.

Ecco perché in questo articolo ti aiuteremo a fare la scelta giusta per la tua azienda.

 

Spesso quando vuoi cambiare centralino, può capitare che tu debba cambiare pure operatore, e qui ci possono essere le trappole degli operatori tradizionali.

 

Ma come scegliere l’operatore giusto? 

 

Il primo passo è quello di darti delle risposte alle seguenti domande:

 

  • Qual è la procedura per recedere dal tuo attuale contratto?
  • Sei sicuro che il tuo futuro operatore e la sua offerta siano adatti alle esigenze della tua azienda?
  • Conosci tutti i costi che comporta un’operazione di cambio gestore?

 

Analizziamo insieme questi punti nel dettaglio.

 

Stai-per-cambiare-operatore-telefonico-del-centralino-occhio-ai-costi-nascosti

 

 

1 - SEI SICURO NON CI SIANO PENALI NEL TUO ATTUALE CONTRATTO?

La procedura di recesso varia da gestore a gestore. La cosa fondamentale è leggere attentamente tutte le informazioni per capire se ci sono penali o costi nascosti.

Per il recesso anticipato ogni operatore telefonico potrà chiedere una tariffa diversa in base alla promo sottoscritta.

Quando si stipula un nuovo contratto, inoltre, l’operatore dovrà comunicare all’utente i costi di eventuale disattivazione da sostenere. Questi costi sono quasi sempre nascosti o inseriti in documenti difficili da reperire, e se chiami il servizio clienti (se ci riesci...) hai quasi sempre difficoltà a trovare queste informazioni

In genere per disdire il contratto Internet per l’ufficio non si dovrà fare nient’altro che inviare una lettera di recesso mediante raccomandata A/R oppure Fax scrivendo nell’oggetto o che si vuole cessare il servizio o passare ad altro operatore.

A prescindere dalle motivazioni di interruzione contrattuale, per disdire il proprio accordo con il gestore, il cliente ha l’obbligo di:


- Pagare i servizi aggiuntivi indicati da contratto (anche se non ne ha mai usufruito)
- Saldare la differenza per eventuali dispositivi rateizzati inclusi nell’offerta
- Pagare i “costi di disattivazione”


Noi di Voxloud da sempre ci teniamo alla trasparenza dei costi. Il rapporto con il cliente e la fiducia che si instaura, sono prerogative imprescindibili per rendere l’esperienza di ogni cliente unica.
Non aspettarti costi nascosti. La trasparenza è uno dei valori che più ci contraddistingue.


2 - OCCHIO AI COSTI NASCOSTI!


Dopo avere seguito tutti gli step sopracitati, è importante verificare che il nuovo operatore e l’offerta che stai per sottoscrivere non nascondano tranelli quali spese extra, costi nascosti o penali esorbitanti in caso di dismissione del contratto.

Cerca anche di capire quali funzioni possono essere utili per la tua azienda e quali no. Evita di attivare cose che poi non ti serviranno a nulla e faranno lievitare il canone mensile.

Hai fatto un controllo di tutte le funzionalità necessarie per permettere ai tuoi collaboratori di lavorare al meglio delle proprie possibilità (come la videoconferenza, i gruppi di chiamata, l’IVR)?
Il risparmio è importante ma non è l’unica variante da tenere in considerazione.

Prima di fare questo ragionamento, analizza bene se ci sono dei servizi aggiuntivi che dovrai pagare pur non usufruendone.
Assicurati di leggere sempre il contratto con la massima attenzione, soprattutto le clausole in basso al documento.

Un aspetto fondamentale che in molti analizzano solo dopo aver firmato il contratto è quello del servizio clienti. Uno dei peggiori incubi è quello di rimanere in attesa in chiamata per 30 minuti senza ricevere una risposta o addirittura pigiare mille tasti senza riuscire a parlare con un operatore.

In Voxloud ognuno viene seguito passo passo nel processo di attivazione del servizio da uno dei nostri esperti, inoltre non sarà necessario perdere ore per rintracciare il nostro supporto perché troverai subito qualcuno pronto ad aiutarti sette giorni su sette.


New call-to-action

 

Una volta analizzate tutte queste cose è il momento di fare la scelta giusta e pensata. Voxloud infatti ha pensato ad soluzioni per le piccole e medie imprese che vogliono avere un centralino professionale per far crescere l’azienda e aumentare la produttività in azienda.


Con Voxloud hai:

- Un centralino in cloud veloce e intuitivo
- Costi chiari e trasparenti fin da subito
- Un’offerta altamente personalizzata
- Un’assistenza impeccabile
-Un servizio clienti rapido ed efficiente, disponibile 7/7


Se vuoi scoprire tutti i dettagli della nostra offerta e capire come attivarla, clicca sul link in basso e leggi tutte le informazioni.

CENTRALINO CLOUD O FISICO?

 

Buona lettura, 

 

Leonardo