28 aprile 2021

Scritto da

6 minuti di lettura

Smart working: prima, durante e dopo la pandemia

 

Cosa sta accadendo nel mondo alle prese con lo smart working?

Abbiamo riflettuto sulla questione e vogliamo condividere le nostre riflessioni con te. Se sei interessato alle sorti del lavoro agile all’interno della tua azienda, ecco le informazioni che ti aiuteranno a capire perché integrare il digitale e proseguire con il lavoro in remoto è la soluzione migliore per il presente e il futuro del tuo business.

 

Sebbene all’inizio le resistenze si siano fatte sentire anche nei settori più adatti all’integrazione dello smart working, oggi la realtà ci dimostra quanti benefici esso abbia portato a molte imprese:

 

- Rendendo possibile la prosecuzione del lavoro


- Accrescendo la produttività dei dipendenti

- Portando un risparmio (più o meno consistente) nelle tasche degli imprenditori

 

Vediamo insieme qualche dato sull’evoluzione di questa modalità di lavoro confrontando il pre, il durante e il post pandemia per capire cosa ci riserverà il futuro e quali saranno gli strumenti di cui munirsi.

Iniziamo!

 

LA REAZIONE ALLO SMART WORKING: IERI E OGGI

 

Prima della pandemia, nel 2019, meno dell’1,5% dei lavoratori faceva smart working, mentre a metà del 2020 si è registrato un incremento del +14%. Tale dato indica che, a dispetto delle iniziali esitazioni e dei problemi di gestione, moltissime imprese hanno deciso di integrare il lavoro in remoto nella propria routine aziendale per garantirsi la sopravvivenza e tenere con sé i propri lavoratori.

 

In termini quantitativi, la “tribù” degli smart workers è cresciuta, passando da meno di 200.000 lavoratori nel 2019 a 1,8 milioni nella prima metà del 2020 (indagine Istat).

 

 

Dall’insorgenza della pandemia in poi, infatti, il Governo ha incentivato a più riprese la modalità di lavoro agile, stabilendo addirittura la sospensione di tutte le attività imprenditoriali “non essenziali” in presenza nel primo periodo dell’emergenza.

 

Una batosta, ma anche un bel boost per tutte le aziende che avrebbero potuto ricorrere al lavoro a distanza anche prima, ma che per abitudine o pigrizia non l’avevano mai fatto né contemplato come reale possibilità.

 

Un po’ mossi dalla necessità e un po’ dal desiderio di rivalsa nei confronti di una situazione che ha messo in difficoltà il commercio e l’economia, gli imprenditori si sono accorti che lavorare in remoto era realmente possibile e, superate le prime sfide, si sono ritrovati a inventare un nuovo modo di gestire le proprie imprese: ed è così che moltissime aziende hanno iniziato a comprendere il reale valore del lavoro agile.

 

IL REALE VALORE DEL LAVORO SMART

 

Chi ha compreso l’importanza e i vantaggi dello smart working non solo è stato in grado di affrontare il momento critico dell’emergenza sanitaria, ma ha anche spianato la strada per il futuro della propria azienda. 

 

Lavorare efficacemente in remoto, infatti, comporta dei benefici non indifferenti:



- Diminuiscono le spese aziendali e di spostamento per i dipendenti


- Si risparmia su affitti, elettricità e buoni pasto – e si può investire il denaro risparmiato nella crescita aziendale e negli incentivi ai collaboratori


- È più facile integrare al meglio vita privata e lavorativa


I membri del tuo team sono generalmente più soddisfatti, più produttivi e rimangono con te più a lungo


Insomma: il lavoro agile è un toccasana sia per le aziende, sia per i dipendenti. I dati raccolti mostrano che durante la pandemia i lavoratori e gli imprenditori in smart working hanno riscontrato numerosi benefici.

 

Secondo un’indagine di Aidp (Associazione italiana dei direttori del personale), oltre il 68% degli imprenditori e lavoratori interpellati per redigere la statistica ha dichiarato che continuerà l’attività a distanza anche in previsione di un ritorno alla normalità.

 

Il Sole 24 ore conferma questo trend: 2 aziende su 3 vogliono proseguire lo smart working anche dopo l’emergenza sanitaria – il Governo, a tal proposito, sta cercando un modo di regolamentare il lavoro agile per come lo intendiamo noi oggi e lasciarsi alle spalle la normativa inadeguata e obsoleta del telelavoro, datata 1973.

 

Lo smart working, insomma, è qui per restare.

 

Se anche tu vuoi che la tua impresa inizi a sfruttare al meglio la modalità di lavoro da remoto, però, devi munirti delle risorse giuste. Noi di Voxloud abbiamo alcuni suggerimenti per te.

 

ECCO GLI STRUMENTI DI CUI LA TUA AZIENDA HA BISOGNO PER LO SMART WORKING DEL FUTURO

 

Per essere realmente in grado di far funzionare la tua azienda in smart working devi munirti di alcuni strumenti, indispensabili per:

 

- Agevolare la transizione dalla vecchia alla nuova modalità di lavoro


- Migliorare le prestazioni


- Ottimizzare le performance aziendali garantendoti maggiori guadagni


Ecco i principali:

 

1 - Cloud: indispensabile per l’archiviazione e lo scambio di documenti (avrai sicuramente sentito parlare di Google Drive o Dropbox o magari li stai già utilizzando);

2 - Calendario aziendale: è un alleato prezioso per tutti i collaboratori. Mostra appuntamenti, scadenze, ferie e permessi di ogni dipendente;

 

3 - Gestionale/CRM aziendale: serve a tenere traccia delle deadline dei tuoi progetti, a monitorare l’andamento e le prestazioni del personale e a garantire un perfetto coordinamento del team;

 

4 - Sistema di messagistica e videoconferenze: integrare sistemi che ti permettano di comunicare senza troppo dispendio di energie e risorse è fondamentale. Vi sono moltissime piattaforme che puoi scegliere per la tua azienda (Slack, ad esempio, è una delle più comuni).


Noi di Voxloud pensiamo che optare per un sistema di comunicazione aziendale unificata sia la soluzione migliore per gestire tutti questi strumenti in maniera efficace.

 

Per questo abbiamo deciso di mettere a tua disposizione il nostro innovativo centralino virtuale in cloud: funziona grazie a un’applicazione installabile su cellulare, tablet o desktop, che integra perfettamente tutti i più importanti sistemi di comunicazione web… e in più è facilissimo da usare!

 

Ti basta scaricarla sul dispositivo di tua scelta – funziona su smartphone, computer o tablet – e attivare il servizio in soli 59 secondi, in totale autonomia e senza bisogno di assistenza tecnica.

Grazie a noi, ottimizzare il lavoro agile per la tua azienda e traghettarla nel futuro dello smart working è veramente facile. Con il nostro centralino in cloud, puoi:



- Coordinare il lavoro a distanza è immediato e intuitivo


- Ogni dipendente possiede un numero d’interno, esattamente come se lavorasse in ufficio


- È più facile trasferire le chiamate dei clienti da un operatore all’altro in caso di necessità


- Si riducono i costi mensili, grazie a un abbonamento flat e trasparente che non nasconde sorprese. Paghi solo ciò che utilizzi.


Ma c’è molto di più: vuoi scoprire tutte le funzionalità del nostro centralino in cloud e i vantaggi che offriamo ai nostri partner?

 

Abbiamo scritto una guida proprio per accompagnarti in una scelta consapevole per il futuro della tua azienda e permetterti di trarre il massimo vantaggio dallo smart working. Ti basta cliccare sul link in basso per leggerla.

 



CENTRALINO CLOUD O FISICO? 
A presto,
Leonardo Coppola