7 minuti di lettura 22 luglio 2020

Categorie: In evidenza, Mobile Working

Mobile working: cosa significa e quali sono i vantaggi per la tua azienda

Prendi una casa al mare, una villetta in montagna, un trullo nel Tavoliere delle Puglie e una connessione internet: ti serve solo questo nel 2020 per lavorare (e per poterlo fare anche con ottimi risultati!).

Si chiama Mobile Working: lavoro mobile.

Con questa nuova frontiera di digitalizzazione, con la dematerializzazione dei luoghi di lavoro, delle sedi aziendali fisiche, puoi davvero fare di ogni angolo del mondo il tuo ufficio.

Puoi accedere al tuo lavoro da qualsiasi dispositivo: computer, smartphone, tablet. Ciascuno di questi sarà in grado, grazie a un semplice click, di fornirti tutto il materiale necessario a svolgere le faccende aziendali.

SVANTAGGI DEL LAVORO IN AZIENDA

Durante la quarantena ci siamo interfacciati al mobile working per cause di forza maggiore: molte aziende hanno sentito la necessità di rivoluzionare il proprio sistema, mentre altre hanno scelto una linea un po’ più morbida, definendo le priorità e lasciando a casa solo alcuni dipendenti.

La situazione italiana con il mobile working è la seguente: le aziende presenti sul territorio fanno molta fatica a staccarsi dalla tradizione.

I vecchi metodi ci sembrano più sicuri, produttivi, efficaci e validi.

Ma hai mai pensato a quanto possa incidere sulla psicologia dei tuoi dipendenti il peso di dover lavorare ogni giorno affrontando:

  • Sveglia presto (più o meno all’alba in base a quanto dista il luogo di lavoro).
  • Traffico
  • Percorso in auto, bici, moto, a piedi.
  • Pausa pranzo fuori (che comporta un prepararsi il pasto la sera prima, dopo l’ennesima giornata di lavoro faticoso).
  • Tornare a casa ripetendo tutte le azioni relative a strada, traffico e spesa.

Hai mai pensato a quanto tempo porta via alla quotidianità lavorare in sede?

Quante persone non sono in grado di affrontare fisicamente, ma soprattutto psicologicamente, una condizione di questo tipo?

Quanta fatica costa dover lavorare per portare a casa ciò che serve per vivere?

TU VIVI PER LAVORARE O LAVORI PER VIVERE?

Sentiamo molto spesso la frase: “Non si vive per lavorare, ma si lavora per vivere”.

Moltissime persone non possono affermare la stessa cosa: tutti noi abbiamo a disposizione in una giornata solo 24 ore di tempo. Ne impieghiamo 8 per lavorare, 2 per la pausa pranzo, 2 per la cena, 2 per andare e tornare dal luogo di lavoro.

Dovremmo dormire dalle 6 alle 8 ore per garantire al nostro corpo il giusto grado di rigenerazione e così ci restano 2 ore libere.

Anche se… mi sono dimenticato di andare a fare la spesa, accompagnare i bambini a scuola, portarli dalla nonna nel weekend… e abbiamo già sforato il numero di ore che effettivamente abbiamo a disposizione durante un giorno.

Io mi sentirei leggermente OPPRESSO e SCHIACCIATO da una vita che per anni segue questa falsa riga di abitudine e costanza.

È per questo che oggi, avendone la possibilità, molte più persone scelgono di aprire le porte delle proprie aziende al mobile working e questa, durante l’emergenza CoVid-19, è stata una mossa decisamente vincente.

QUARANTENA E LAVORO A DISTANZA: ECCO COSA È CAMBIATO

Durante la quarantena siamo stati costretti a chiuderci in casa, ci siamo rimasti per almeno due mesi e abbiamo dovuto affrontare delle sfide che ci hanno messi alla prova:

  • Didattica a distanza.
  • Faccende domestiche full-time.
  • Lavoro in remoto (per chi ha potuto).

L’ultima voce della lista è stata un’arma a doppio taglio: comodità e difficoltà.

Per alcuni lavoratori avere la possibilità di gestire lavoro, casa e prole è stata una vera manna dal cielo, ma bisogna saper gestire tutto e dividere bene il proprio tempo, altrimenti… il rischio di desiderare la vecchia routine può diventare molto forte.

Spesso le difficoltà derivano da una sola fonte: la nostra abitudine.

L’abitudine a considerare l’azienda come il luogo di lavoro, come la sede fisica in cui si svolge la propria mansione: tutto inizia e finisce tra quelle mura.

Ma siamo pronti per il mobile working? Come possiamo affrontare il rientro in ufficio con questa nuova dinamica?

Scopriamo insieme cosa ci serve per rendere il mobile working efficace, anche nelle aziende che sono ancora legate all’idea tradizionale di lavoro.

EVOLUZIONE D’EMERGENZA: NON TORNARE INDIETRO!

Partiamo da un dato: oltre il 70% delle imprese è attrezzato per il lavoro a distanza, ma ci sono moltissimi dubbi relativi a normative e regolamentazioni.

Abbiamo sotto gli occhi una situazione davvero incoraggiante: le aziende sono state in grado di attrezzarsi per lavorare in remoto in tempi brevi e hanno ottenuto risultati discreti.

Tuttavia, solo il 15% degli italiani può effettivamente usufruire dei vantaggi del mobile working.

Molti, durante il periodo di quarantena, sono rimasti senza lavoro, in cassa integrazione o hanno continuato a recarsi sul posto di lavoro (vedi medici, infermieri e addetti sanitari).

Il mobile working è stata un’evoluzione d’emergenza: le aziende si sono mosse in questa direzione NON perché è giusto così, ma perché era necessario.

TUTTI POSSONO FARE MOBILE WORKING?

I principali utilizzatori del mobile working si riconoscono: sono quelli che lavorano nel settore della telefonia.

Li vedi stare al telefono o con gli auricolari all’orecchio praticamente SEMPRE.

Per loro stare al telefono = lavorare = mobile working.

Posso spostarmi in ogni luogo e non avere nessuna difficoltà: risolvo tutto con una connessione internet e uno smartphone.

L’efficienza del mobile working è sempre la stessa, anzi, in alcuni casi si rivela decisamente maggiore: lavorare in mobilità significa adattarsi a tutti i contesti disponibili, creare una situazione adatta al lavoro ovunque ci si trovi.

Tuttavia, servono degli strumenti per rendere questo lavoro mobile possibile ed è qui che arriviamo noi di Voxloud.

IL RISCHIO “ALWAYS ON”: COME ELIMINARLO

Per un lavoratore mobile è necessario adottare strumenti capaci di snellire il lavoro e renderlo veramente possibile in ogni luogo.

Ma attento: prima di spiegarti come Voxloud può aiutare la tua azienda a fare mobile working nel modo giusto, voglio sottolineare un piccolo rischio che corrono tutti i lavoratori digitali.

L’Always On = essere sempre lavorativamente attivi.

La parola d’ordine per evitarlo è questa: organizzazione dell’agenda.

Solo attraverso una gestione distinta e corretta del tuo tempo sarai in grado di non andare in burn-out e restare produttivo per tutta la giornata. Pensaci: se sei costretto ad andare in ufficio sai bene quali sono le tempistiche da dedicare al lavoro e quali quelle da destinare al resto.

Perché non dovresti organizzare la tua agenda nello stesso modo pur lavorando da casa? Anzi, se lavori da casa puoi eliminare notevoli perdite di tempo come il traffico, la spesa di fretta, la levataccia all’alba per raggiungere l’azienda.

Non è palesemente più agile svegliarti, collegarti alla rete, lavorare per le tue 8 ore e dedicarti per tutto il tempo che resta a te stesso, alla tua famiglia, ai tuoi hobby?

IL TUO LAVORO E LA TUA AZIENDA IN UN SOLO CLICK

Una bella prospettiva, dopotutto.

Quindi immagina di avere un sistema telefonico che ti permette di snellire le operazioni di assistenza ai tuoi clienti, di richiesta informazioni, di gestione del personale.

A disposizione con un solo click.

Se hai necessità di andare in ufficio se qualcosa non funziona nella tua rete, non dovrai più cercare l’ago nel pagliaio. Se arriva un nuovo centralinista, non dovrai più arrabbiarti perché collegare una nuova postazione è troppo complicato.

Con Voxloud succederà questo: arriva il nuovo impiegato e per aggiungere il suo telefono o un nuovo numero alla lista contatti non dovrai più metterci secoli, ma secondi.

Ti servirà solo un’applicazione, la nostra Voxloud, e sarai in rete.

TRASFORMA IL TUO LAVORO GRAZIE A VOXLOUD

Voxloud è il primo centralino in cloud che ti permette di trasformare il tuo lavoro nel tuo mobile working preferito.

Non ci sono difficoltà, non ci sono problemi e l’assistenza è veloce, immediata e personalizzata. Grazie al lavoro di squadra che la nostra azienda ha svolto per sviluppare questo servizio, sappiamo cosa offrirti.

Conosciamo la realtà delle piccole imprese italiane perché ne facciamo parte.

Abbiamo avuto timori, difficoltà, problemi da risolvere, ma alla fine abbiamo trovato successi, strade da percorrere e soluzioni efficaci.

Nella tua azienda ci sono delle persone che lavorano ogni giorno: vuoi rendere la loro vita più semplice? Vuoi aiutare la tua azienda a scalare la vetta del successo e posizionarsi tra le migliori?

Chiedi di Voxloud.

“E se non sono molto esperto di tecnologia?”

Non serve essere esperti, ci pensiamo noi: abbiamo scelto di agevolare il passaggio delle aziende italiane da un lavoro tradizionale a uno più smart.

Se sei abituato a utilizzare il tuo ufficio, il tuo telefono e non ti fidi ancora molto della parola “cloud”, ecco cosa abbiamo creato per te: uno strumento ibrido che ti permette di conservare le tue abitudini, ma di migliorare le prestazioni aziendali del tuo centralino.

Sei curioso di scoprire di cosa ti sto parlando?

ELIMINA I PROBLEMI, MIGLIORATI LA VITA

Prenota una consulenza gratuita con un nostro specialista: ti spiegherà nel dettaglio il funzionamento di VoxLoud e i vantaggi che potrai ricavare dal nostro centralino in cloud per la tua azienda.

Ti servono solo 35 minuti di tempo e potrai:

  • Eliminare il rischio di avere meno lavoro;
  • Eliminare la possibilità di chiudere se si presentasse nuovamente l’epidemia;
  • Eliminare la possibilità di dover licenziare i tuoi dipendenti;

ma soprattutto:

  • Migliorerai le prestazioni aziendali;
  • Migliorerai il fatturato;
  • Migliorerai la motivazione dei tuoi dipendenti;
  • Migliorerai la qualità (e la quantità) del tuo tempo libero.

Se sei ancora dubbioso sui pro e i contro di Voxloud, clicca qui sotto e scarica gratuitamente la nostra guida su come scegliere il tuo centralino. Buona lettura!

SCOPRI TUTTI I SEGRETI DEI CENTRALINI

Fai il salto di qualità verso il futuro, entra in Voxloud.

 

Ti aspettiamo,

Leonardo Coppola.

RICEVI GLI ARTICOLI VIA MAIL

Guida scegliere centralino Voxloud